San Francisco, CA, USA

San Francisco in due giorni

San Francisco è stata la prima tappa del viaggio che io e Francesca abbiamo fatto negli States e, parchi naturali a parte, è stata la città che personalmente ho preferito!

Siamo arrivati all'hotel nel tardo pomeriggio, prima dell'ora di cena e siamo rimasti per tre notti prima di partire per la tappa successiva, quindi abbiamo avuto due giornate piene per visitare la città. Avendo più tempo a disposizione, consiglio di rimanerci almeno 1 giorno in più, ma, se ci si organizza prima come avevamo fatto noi, è comunque un tempo sufficiente per visitare i luoghi più interessanti della città.

Il nostro hotel era lo Union Square Plaza Hotel, scelto perchè vicino alla centralissima Union Square oltre che per il prezzo economico. Se state cercando un posto per dormire in zona centrale, al risparmio, non di lusso ma comunque pulito e, soprattutto, in zona centrale, ve lo consiglio.

Ecco qua cosa abbiamo fatto nei 2 giorni trascorsi a San Francisco:

(Visualizza Mappa San Francisco a dimensioni maggiori)

1° Giorno

Dopo una bella dormita per riprenderci dal viaggio ed una bella colazione da Walgreens in Powell Street, abbiamo iniziato la nostra visita.
La prima tappa, a pochi metri dall’hotel, è stata Union Square, il centro del distretto dello shopping. A chi interessasse, qui si trovano i maggiori grandi magazzini e le butique delle firme più famose. A dire il vero noi non eravamo molto interessati allo shopping e così ci siamo limitati a fare qualche foto alla piazza e a fare quattro passi per le vie circostanti.

Subito dopo ci siamo diretti a piedi a Nob Hill, uno dei sette colli principali di San Francisco, forse il più famoso, con i suoi hotel prestigiosi e, soprattutto, con la Grace Cathedral, una specie di replica del Notre Dame di Parigi.

Volendo, in zona, è anche possibile visitare il museo dei Cable Car, i famosi Tram di San Francisco. Da Nob Hill si gode un bellissimo panorama sui grattacieli del quartiere finanziario e una vista stupenda sulla baia.

Da Nob Hill, siamo scesi percorrendo California Street fino ad arrivare al Distretto Finanziario, il cuore economico della città con i suoi grattacieli modernissimi e le banche d'affari come la Bank of America.

La tappa successiva è stata l'immancabile Chinatown, davvero una tappa che non potete evitare. La Chinatown di San Francisco è una delle più grandi degli Stati Uniti, pensate che occupa ben 24 isolati della città. Vi consiglio di entrare da Grant Avenue, all'angolo con Bush Street: all'ingresso c'è un grande portale ornato con dei draghi.

Da qui abbiamo risalito Grant Avenue, la via principale del quartiere cinese insieme alla parallela Stockton Street. All'interno di Chinatown, oltre alle centinaia di lanterne rosse che sovrastano le strade, troverete un sacco di negozi tipici, ristoranti, pollerie, pescivendoli, erboristerie…davvero caratteristico.

Attraversando tutta Chinatown in direzione Nord, si arriva all'incrocio tra Columbus Avenue e Brodway Street. Da lì, risalendo lungo la Columbus e passando per Washington Square, oppure proseguendo su Grant Street, si arriva a North Beach … no ragazzi, malgrado il nome, non è una spiaggia, ma bensì il famoso quartiere Italiano, ricco di locali, bar all'aperto e ristoranti…il centro della vita notturna!

Da Washington Square, vi consiglio di spostarvi verso est, fino ad arrivare al Pioneer Park, in cima alla Telegraph Hill. Qui trovate la Coit Tower, una torre dalla cui cima si può godere un panorama stupendo a 360° sulla città. La torre inoltre è decorata internamente da murales realizzati da ben 25 artisti.

  

Da Telegraph Hill, abbiamo proseguito il nostro tour in direzione ovest, a piedi lungo Lombard Street, dove si possono ammirare le bellissime abitazioni in stile ottocentesco che contraddistinguono la città. 

Ma non è questa la cosa che rende famosa questa via… il tratto tra Leavenworth Street e Hyde Street, è stato insignito del riconoscimento di Strada più tortuosa al mondo con i suoi otto tornanti strettissimi realizzati con lo scopo di ridurre la pendenza.

La tappa successiva è stata Fisherman Wharf, la zona portuale nella parte più a nord di San Francisco, che abbiamo visitato meglio nel tardo pomeriggio.

Prima, infatti abbiamo seguito il consiglio della nostra amica Barbara, che ringrazio ancora per il suggerimento, ed abbiamo noleggiato due mountain bike per un'escursione in bicicletta. In zona ci sono un sacco di posti dove noleggiarle.

Il tour che abbiamo fatto è stato davvero bello: da Fisherman Wharf, abbiamo seguito la strada in direzione ovest. Superata la zona portuale, si accede ad una strada lungo mare e si passa da due aree verdi, Marina Green e Crissy Field, dove in molti si fermano per rilassarsi sull'erba, far volare gli aquiloni o semplicemente godersi il panorama…da qui infatti si vede sia l'isola di Alcatraz che il Golden Gate.

Proseguendo verso ovest, siamo finalmente arrivati al Golden Gate che ci siamo fermati ad ammirare dal lungo mare anche se, purtroppo, il tempo non era il massimo. Dopo la pausa fotografica, siamo saliti sul ponte, sulla corsia pedonale / ciclabile e l'abbiamo attraversato. Una volta dall'altra parte, abbiamo proseguito fino alla pittoresca cittadina di Sausalito, un paesello con bellissime casette in legno che mi ricordava molto il paese dei Goonies (non so se avete mai visto il film).

Da Sausalito è possibile tornare a Fisherman Wharf caricando la bici su uno dei traghetti che attraversano la baia. Il tour in bici è stato davvero bellissimo e vi consiglio di non perdervelo!

Una volta arrivati a Fisherman Wharf e consegnata la bicicletta, ci siamo diretti nel cuore di Fisherman Wharf, il famoso Pier 39, un molo costruito per i turisti, con molti negozietti, ristoranti e posti dove gustare il pesce fresco guardando le barche a vela che solcano le acque della baia.

Ormai si era fatta quasi l'ora di cena, ma mancava una cosa da fare, prima di chiudere in bellezza la giornata… ci siamo incamminati verso l'incrocio tra Bay e Taylor Street lì vicino. Da lì parte il Cable Car, il bellissimo tram in legno che, tra i vari sali-scendi, percorre la città da nord a sud fino a Powell Station, in zona Union Square (linea Powell – Mason). Se decidete di visitare San Francisco, non potete non provare il Cable Car e, se lo provate, non state seduti, ma in piedi sui predellini, tenedovi ai supporti. Oltre che essere una bellissima esperienza, se state in piedi, non pagate il biglietto. Un consiglio: cercate di stare sul lato rivolto verso est, specie verso sera, così potete godervi il tramonto sulla zona finanziaria, il mare e il Bay Bridge…purtroppo noi quel giorno abbiamo visto solo nubi, ma è stata comunque una bellissima esperienza!

Arrivati in zona Union Square, dopo una breve sosta in hotel, abbiamo cenato in un ristorantino cinese. Ce ne sono tanti, nel caso fatevi consigliare dall'albergatore…
E dopo cena…beh, non so voi, ma noi dopo una giornata di camminate e pedalate su e giù per la città eravamo cotti e siamo subito andati a dormire 🙂

2° Giorno

Il giorno successivo ci siamo spostati con i mezzi, di cui la città è ben fornita. La prima tappa è stata l'Embarcadero, che abbiamo raggiunto con la metro (linea BART). Era martedì, il giorno giusto per visitare l'Embarcadero: infatti ogni martedì e sabato mattina c'è il mercato degli agricoltori locali e di alcuni artigiani. All'Embarcadero si trova anche il Ferry Building, da cui partono vari traghetti che attraversano la baia. In zona è anche bello fare due passi sul lungo mare per godersi la vista sul mare e sul Bay Bridge che unisce la città a Oakland.

La tappa successiva è stata la zona di Haight-Ashbury, in direzione ovest, che abbiamo raggiunto con i mezzi pubblici (linea MUNI). Durante gli anni '60, questo era il quartier generale del movimento Hippie. Ancora oggi il quartiere è pieno di negozi piuttosto insoliti e, qua e là, si incrociano personaggi dall'abbigliamento stravagante … da visitare!

Soddisfatti dall'esperienza del giorno precedente, lì vicino abbiamo noleggiato due Mountain Bike che abbiamo usato per visitare l'immenso Golden Gate Park, un parco davvero gigantesco che si snoda da Haight-Ashbury fino alla costa occidentale. All'interno del parco si possono visitare un bel po' di posti interessanti. Assolutamente dovete visitare il Japanese Tea Garden, un bellissimo giardino con prati, fiori, bonsay, fiumiciattoli, laghetti e ponticelli per ricreare un'ambientazione in perfetto stile Giapponese. All'interno potete anche gustare una buonissima tazza di Thè.

Visitando il parco poi, vi consiglio di percorrerlo tutto fino all'estremità ovest…non ne avete voglia? Ma come!!! Non volete vedere l'Oceano Pacifico?? Noi l'abbiamo visto ed è stata una bell'emozione.

Dopo la visita al Golden Gate Park e dopo aver consegnato le biciclette, ci siamo diretti in un posto che avevo visto in fotografia prima di partire e che ero curioso di vedere dal vivo e vi dirò … ne è davvero valsa la pena!!! Il posto si trova qualche isolato a est rispetto all'ingresso del parco e si chiama Alamo Square, una bellissima piazza con una verde collina in centro da cui si gode una vista stupenda sulle vicine casette ottocentesche e con sullo sfondo i grattacieli della zona finanziaria; davvero uno spettacolo stupendo!!!

Intanto si era già fatto metà pomeriggio e dovevamo tornare indietro. Avevamo infatti appuntamento alle 18.00 per ritirare l'auto a noleggio prenotata da casa con la DOLLAR… Auto ritirata!!! Una bellissima CHEVROLET CAPTIVA che ci ha accompagnati per il nostro tour dal mattino successivo percorrendo 3000 km circa fino a Phoenix…ma le altre tappe ve le racconterò nei prossimi post 🙂

Intanto a San Francisco era quasi ora di cena, avevamo una certa fame e, personalmente, ero curioso di provare la Captiva e così ci siamo fatti un bel giro della città. La prima tappa è stata il Golden Gate, che siamo riusciti a fotografare con un po' più di sole rispetto al giorno prima, anche se il momento migliore per fotografarlo è senza dubbio l'alba, se siete così fortunati da non trovarlo immerso nella nebbia. 

La seconda tappa, è stata Fisherman Wharf, dove abbiamo cenato al Players – Arcade Sports Grill un pub dove abbiamo gustato un bel piatto di Nachos, Fish & Chips e due bei boccali di birra.

 

E qui finisce il nostro tour di San Francisco, una città stupenda! Mi rendo conto che due giorni sono pochi per visitarla bene, ma se anche voi avete poco tempo, fate come abbiamo fatto noi ed organizzatevi prima di partire … decidere prima i luoghi che volevamo visitare e stampare una cartina della città ci è servito per non perdere tempo durante la visita!!!

Lascia un commento