Valtellina

Weekend relax in Valtellina tra terme e buona cucina!

E' ora di prenderci una bella pausa dal lavoro, dai business, dallo stress e dalle preoccupazioni!

Avete qualche idea? No?

… Beh io una bell'idea ce l'avrei: un bel weekend in Valtellina, unendo il relax delle stupende terme di Bormio alle prelibatezze alimentari tipiche Valtellinesi…provare per credere!!!

Se non ci siete mai stati è un weekend da fare!

Io e la mia ragazza ci siamo stati in primavera l'anno scorso (2013), dopo aver prenotato l'ingresso alle terme qualche giorno prima dal sito internet

Bormio, per chi non lo sapesse, ci sono due centri termali: i Bagni Vecchi ed i Bagni Nuovi. Abbiamo deciso per i Bagni Vecchi, seguendo il consiglio della maggior parte dei conoscenti che erano stati in entrambi. Ora, non so come siano i Bagni Nuovi … giuro che prima o poi ci andrò … però i Bagni Vecchi mi sono piaciuti davvero tantissimo.

Oltre che un luogo di relax e benessere, i bagni termali di Bormio sono un patrimonio storico, si pensi infatti che le sorgenti termali di questa località erano già note e sfruttate in epoca Romana.

Le acque termali di Bormio sgorgano da nove diverse sorgenti situate ad altitudini diverse, tra i 1280 e i 1421 metri s.l.m., sulle pendici di dolomia del monte Reit. Le acque minerali, tra le poche naturalmente calde a sud delle Alpi, sgorgano ad una temperatura tra i 37 e i 43 °C, che varia in funzione delle stagioni. D'estate e nei periodi più piovosi le infiltrazioni di acqua piovana rendono le sorgenti più fredde, mentre d'inverno il gelo fa sì che non vi siano alterazioni di temperatura.

Ma torniamo a noi: siamo arrivati ai Bagni Vecchi di sabato verso l'ora di pranzo e ci siamo fermati lì per tutto il pomeriggio.
All'interno dei Bagni Vecchi, ci sono diverse zone benessere diverse tra loro:

  • Bagni Romani
  • Bagni dell'Arciduchessa
  • Grotta Sudatoria
  • Bagni Medioevali
  • Bagni Imperiali
  • Piscina panoramica all'aperto

BormioTerme

Non manca proprio nulla, dalle saune a varie temperature alle vasche con getti tonificanti e idromassaggi, ai bagni turchi, e tanto altro…

Le aree che mi sono piaciute di più sono sicuramente i Bagni Romani e la Piscina panoramica all'aperto: i primi consistono in due vasche contigue realizzate in una grotta già in uso in epoca pre-romana…davvero un'esperienza suggestiva; la piscina all'aperto invece è il massimo per godersi il panorama ed allo stesso tempo rilassarsi a mollo nell'acqua calda…

Dopo aver passato tutto il pomeriggio alle terme ci sentivamo rinati!!! Una cosa però mancava: una bella cenetta… e così, ci siamo diretti a Grosotto, a mezzora da Bormio per cenare e dormire all'agriturismo che avevamo prenotato tempo prima.

L'agriturismo che, come vi ho appena detto si trova a Grosotto, più precisamente sulla strada per il Mortirolo, si chiama Baita del Gufo e si trova a 1327 m. di altezza.
Abbiamo scelto questo agriturismo perchè consigliatoci dal mio collega Luca che ringrazio per avercelo fatto conoscere.

La Baita del Gufo è fatta in sasso in tipico stile montano, adatta a chi non cerca il lusso ma bensì un'atmosfera accogliente e familiare.
E' necessario prenotare con un po' di anticipo perchè la baita non è molto grande e le sistemazioni per la notte sono poche. Sono dei piccoli appartamentini di dimensione variabile, tutti dotati di bagno e angolo cottura.

La vista che si gode dalla baita è stupenda e domina tutta la vallata!

Vista

Ma la cosa che ci è piaciuta di più del nostro soggiorno presso la Baita del Gufo, è stata sicuramente la cena che vi consiglio di prenotare quando chiamate per la stanza.

Datemi retta, non andate a mangiare altrove, fermatevi lì!!!
Ecco cosa servivano, tutto a prezzo fisso molto contenuto:

  • Antipasto a base di salumi misti della valtellina, tutti buonissimi
  • Un bel piattone di Sciatt, delle frittelline croccanti rotonde con un cuore di formaggio fuso, una delizia
  • Pizzoccheri Valtellinesi…non potevano mancare
  • Sorbetto…ci serviva per digerire
  • Carne mista alla griglia. Questa l'abbiamo saltata perchè avevamo esagerato con le portate precedenti, però la gente che la stava mangiando sembrava gradire molto
  • Un'ampia scelta di formaggi misti di tutti i tipi
  • Dolce, Caffè, ammazzacaffè…

Mi sono dimenticato qualcosa? Eh direi di sì…il vinooo valtellinese che personalmente amo molto come il Grumello, l'Inferno e quello che preferisco, lo Sforzato che dovete assolutamente provare se non l'avete mai assaggiato.

Dopo la giornata alle terme e la cena buonissima e molto abbondante, di sicuro dormirete come sassi 🙂

Il giorno dopo potete tornare alle terme se vi va! Noi abbiamo deciso invece di tornare verso casa fermandoci a visitare i vari paesini della Valtellina:

  • Tirano: qui potete visitare la Basilica della Madonna che venne costruita a partire dal 1505
  • Teglio: non potete non visitare il Palazzo Besta con i suoi magnifica affreschi. Se trovate chiuso, suonate il campanello e la guida vi aprirà.
  • Morbegno: potete visitare la chiesa di San Giovanni Battista di origine cinquecentesca, palazzo Gualteroni del 700 e in particolare palazzo Malacrida con i suoi bellissimi affreschi. Poi ci sono anche la chiesa di San Antonio ed il santuario dell'Assunta.
    Se siete a Morbegno e avete ancora fame di prelibatezze Valtellinesi, vi consiglio di cenare al ristorante La Pecora Nera. Noi non abbiamo fatto in tempo però avevamo cercato le recensioni ed era valutato molto molto bene.

Allora che ne dite di un weekend del genere? Vi piace l'idea? Se deciderete di seguire i miei consigli, spero gradirete! 🙂

Lascia un commento